Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu sia d'accordo.

Cartagena è una città della Murcia, dal tratto in parte romano e con interessanti reminiscenze puniche.

La continuità della sua storia si deve alla sua posizione strategica, porto inattaccabile e facilmente difendibile. Il teatro romano si spalanca allo spettatore dopo un percorso sotterraneo che tocca le mura medioevali, stupendo i turisti in gran parte inglesi e francesi. Cartagena, cioè la nuova Cartagine.

foto Cartagena

Sul cardo romano si apre la casa della Fortuna, con quel nome particolarmente beneaugurante sulla trave d’ingresso.

Così come reperti romani sono stati ritrovati nella vicina città di Aguilas, che ha allestito un piccolo museo a documentare l’attività di un altro porto importante. I romani ne sfruttavano le cave.

 

Bellissimi i dintorni di Cartagena, in particolare il parco naturale di Calblanque.

cablanque1

Da Cabo di Palos una scoperta Cala Reona. 

Un’oasi di assoluta tranquillità e simbiosi con la natura, che emerge con maggiore evidenza dal contesto urbanizzato della Manga.

Una sottile striscia di terra che separa il Mediterraneo dal Mar Menor, un’enorme laguna costiera in cui è piacevole bagnarsi nei primi tepori primaverili. Ideale per una passeggiata in acqua e per chi non ha particolare confidenza con l’acqua.

Interessante lo sfasamento di orari rispetto ai ritmi spagnoli dettati dal clima. D’estate le prime famiglie fanno la loro comparsa verso le undici sulle spiagge, mentre la sera mamme col passeggino escono verso la mezzanotte.

E poi là, proprio sul confine con l’Andalusia, le strane forme delle rocce della playa della Carolina e le numerosissime grotte, a concludere questo percorso inusuale sulle strada della regione della Murcia.

Da provare il caldero, riso con contorno di pesce e salsa all’aglio, magari al romantico Palmito di Cala Reona   (M.A.)

cablanque2

 

Vai all'inizio della pagina