Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu sia d'accordo.

castello di Montechiarugolo 1

 

Siamo alla Reggia di Colorno, presso il Festival della Lentezza, un vero e proprio laboratorio di idee.

I Comuni virtuosi espongono la loro ricchezza eterogenea per esperienza e realtà.

La diversità pluralità dell’Italia.

La zona è quella dei castelli del Parmense, i più noti Soragna, Fontanellato, Torrechiara.

All’Ufficio del Turismo studiamo la mappa, con foto un po’ datate forse per creare un’atmosfera “vintage”.

A sud ci colpisce la mole imponente del Castello di Montechiarugolo.

Decidiamo di fare una tappa in una clima mite per essere giugno.

Nel piccolo borgo domina il castello turrito, circondato da un profondo fossato.

Leggi tutto: Castelli del Parmense. A Montechiarugolo

cosa nutre la vita

Cosa nutre la vita. Il cibo, l'arte sacra nel Varesotto e Canton Ticino.

Catalogo della mostra realizzata per Expo 2015 a cura di Laura Bonicalzi, Sara Poretti, Francesca Urizzi, Paola Viotto.

Il lavoro di ricerca bibliografica e schedatura è stato svolto dagli allievi del Liceo Classico Sacromonte.

La mostra può essere richiesta da enti e associazioni. E' itinerante sul territorio.

 

 

 

 

Clicca leggi tutto per i percorsi d'arte presenti nel catalogo.

Leggi tutto: Cosa nutre la vita

castello di FoixI catari nell’Europa medioevale incarnano e vivono il dualismo estremo tra bene e male.

La loro visione del linguaggio evangelico viene considerata blasfema.

Sono ferocemente perseguitati e si ritirano sempre più a sud, difendendo le loro famiglie e il loro credo fino alla morte.

La fortezza di Montsegur è l’ultimo baluardo, simbolo dei danni di una guerra di religione interna all’Europa.

Le fortezze catare costituiscono oggi, insieme ai paesi, un interessante percorso culturale nel Sud della Francia.  

Il castello di Foix è il meglio conservato, domina l’abitato di un centro dei Midi Pirenei dai ritmi pigri quasi spagnoli.

Il castello segna anche l’epopea di Gaston Febus (di Foix), conte di Tolosa e signore dei Pirenei.

Leggi tutto: Itinerari catari nella Contea di Tolosa

Go to top