Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu sia d'accordo.

Tra le colline assolate  e i vigneti del Monferrato si staglia la nobile cittadina di Grazzano Badoglio.

Il toponimo  è vincolato a un protagonista indiscusso della  storia d’Italia, tornato a morire nel suo letto, tra le mura che gli erano familiari.

La casa museo ripercorre le tappe della vita del maresciallo. Sulla targa esterna il riferimento alla sua attività di benefattore, che l’ha portato ad aprire una scuola materna.  

Ma alla sommità delle mura che circondano il borgo, raggiungibile a piedi, è la Parrocchiale a nascondere il tesoro più bello.

grazzano1

Leggi tutto: A Grazzano Badoglio nelle terre di Aleramo

L’uscita è Romagnano Sesia.

L’ambiente collinare è puntellato da antichi castelli, alcuni in condizioni di forte degrado, altri di proprietà privata (Briona, Proh).

proh01

 

 

Basta percorrere la campagna novarese per scoprire angoli di incontaminata bellezza.

Leggi tutto: Castelli e ricetti tra le colline novaresi (e dintorni).

DAL SANTUARIO  DI GRAGLIA

 

Il Sacro Monte di Graglia si trova nello splendido contesto delle Alpi biellesi, zona un tempo di villeggiatura come testimonia la presenza di un albergo degli inizi ‘900.

Dietro un tornante si apre l’ingresso dello spazio sacro, oggetto di una accurata visita guidata che permette di gustare anche gli interni delle camere.

Il monastero, che oggi ha solo un rettore, è infatti stato trasformato in foresteria con la possibilità di fruire in alcune stanze degli affreschi del Seicento.

La particolarità di questo Sacro Monte è la presenza di alcune cappelle a ridosso dello spazio del Santuario, quasi a costruirne idealmente la storia.

Leggi tutto: QUALE FUTURO PER I BENI CULTURALI?

Go to top