Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu sia d'accordo.

Stampa
Visite: 630

Conoscenza, promozione e valorizzazione dei beni culturali locali

Finalità:

creare percorsi interdisciplinari all’interno del curriculum scolastico

fornire agli studenti una formazione legata alla lettura e alla valorizzazione dei beni culturali e del territorio

favorire l’applicazione pratica delle conoscenze teoriche, per motivare allo studio

Conoscenze:

avviare la conoscenza del patrimonio storico, artistico e ambientale del proprio territorio

Competenze:

Saper riconoscere nelle caratteristiche storiche, artistiche e ambientali del proprio territorio gli elementi di specificità e quelli comuni alle realtà più ampie

Capacità:

elaborare un atteggiamento consapevole e responsabile nei confronti del patrimonio collettivo, inteso sia come beni storico artistici, sia come ricchezza territoriale

essere capaci di elaborare progetti tesi alla difesa e alla valorizzazione del patrimonio collettivo

 

Docenti coinvolti:

italiano, storia per n.12 ore curricolari per ciascuna classe

[il progetto può potenzialmente coinvolgere altre discipline:

economia turistica, laboratorio, diritto, inglese, tedesco]

Per le classi IV:

Contenuti:

La chiesa parrocchiale di Appiano Gentile: l’edificio barocco e le preesistenze romaniche.

Storia dell’edificio in relazione alla storia del territorio

Studio iconografico. La lettura per immagini.

La struttura dell’edificio. Parti ed elementi architettonici.

Un percorso locale: il santuario di Saronno, il santuario di Guanzate, San Vittore a Varese.

Uscita didattica: il santuario di Saronno o il Sacro Monte di Varese

Prodotto finale: un video e una guida cartacea.

Appiano Gentile

Per le classi V:

Il futurismo comasco: l’architetto Sant’Elia e il manifesto della “città nuova”.

La progettazione della città moderna e il mito del progresso.

Nuovi materiali e spazi funzionali.

La casa futurista.

La collezione dei disegni e dei progetti di Sant’Elia della Pinacoteca di Como.

Il Monumento ai Caduti, realizzato da Terragni su disegno di Sant’Elia.

 

Uscita didattica:

La Pinacoteca di Como.

il Museo del Novecento di Milano

 

Prodotto finale:

realizzazione di un’immagine dipinta all’interno dell’aula, eseguita con tecnica futurista

Esperti esterni:

Matteo Bollini, storico dell’arte

Federica Croci, artista   Curriculum e attività: www.artecondivisibile.com

 

 

M.A.