Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu sia d'accordo.

Stampa
Visite: 181

Visita al castello di Uviglie (AL) – una settimana prima della chiusura causa COVID19

Il castello di Uviglie si staglia in una zona di grande interesse sul piano culturale ed
enogastronomico, collocata di recente tra i beni patrimonio dell’Unesco.
Il castello ha un severo aspetto ottocentesco, per chi arriva da Rosignano la sua
fronte nasconde il forte quattrocentesco e lo splendido giardino all’inglese da cui,
nelle giornate terse, lo sguardo arriva fino al Monviso.
La famiglia Pico Gonzaga richiama i fasti mantovani e l’intreccio tra famiglie dovuto
ai matrimoni di convenienza.
Il castello è stato anche per diversi anni sede del Seminario, fino ad essere acquisito
dagli attuali proprietari.


Nelle storiche cantine si conservano le antiche botti e gli altrettanto pregiati vini
Grignolino e Barbera (degli anni ’70).
Le degustazioni nelle cantine completano la poliedrica visita guidata.
Una splendida location per matrimoni ed eventi, considerata la cura che si avverte
negli ambienti e nel parco.
Il Castello si affaccia sulla collina delle cave in tufo, materiale perfettamente adatto
alla conservazione del vino.
Da questo punto di vista probabilmente l’ha ritratto il pittore divisionista Angelo
Morbelli, la cui casa-studio si trova nella frazione Colma di Rosignano Monferrato.
Un itinerario pittorico restituisce valore ai colori e alle suggestioni di questo
movimento innovativo, attento alla rappresentazione del reale.
Nei pressi, tra le colline punteggiate di cascine, il paese di Cella Monte con il Museo
della Pietra da Cantoni, oggi purtroppo chiuso per l’emergenza Coronavirus che ha
colpito anche il Piemonte.
Da visitare anche il piccolo borgo di Olivola, la scenografica piazza e la chiesa dei
SS.Pietro e Paolo.