Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu sia d'accordo.

Stampa
Visite: 443

Montichiari

A Montichiari, dove c’è l’aereoporto delle Poste italiane, è una giornata fredda e uggiosa.

Ma basta visitare la collezione Lechi di ritratti per cambiare umore . Una di quelle rarità e bellezze che accompagnano l’Italia minore e la rendono migliore.

Il Pittocchetto ha dipinto ritratti straordinari, di grande realismo, quasi fotografici.

Dall’alto del paese la chiesa romanica di S. Pancrazio rappresenta il culmine di ogni pellegrinaggio e permette di spaziare lo sguardo fino al Garda, abbracciando l’interno del castello neogotico.

Lonato è nei pressi. La rocca viscontea ha ai suoi piedi l’interessante fondazione Ugo da Como.

Imperdibile per bibliofili la biblioteca che conserva volumi rarissimi. Le guide volontarie accompagnano il turista in ascolto con grande passione. L’edificio è il trionfo dello stile eclettico che spinge a soffermarsi su ogni particolare.

Come eclettico si può a ragione definire il Vittoriale, trionfo di una forte personalità che continua a lasciare il segno.

Genio e follia di Gabriele D’Annunzio: la visita in piccoli gruppi fa meglio cogliere il connubio tra sacro e profano (l’idea di una vetrata intitolata alla santa-amante).

Questo territorio porta in sè altri solchi tangibili della storia.

L’Ossario di Solferino, il piccolo Museo ricco di echi risorgimentali, morte ed eroismo.

I teschi a monito di future stragi e i cimeli della battaglia. 24 giugno 1859.

Ma è il Museo Internazionale della Croce Rossa a farci rivivere con intensità la storia della sofferenza e dell’assistenza. L’opera imperitura di Henry Dunant è ben documentata a Castiglione delle Stiviere. (M.A.)

Foto: Pieve di S.Pancrazio a Montichiari

http://www.fondazioneugodacomo.it/

http://www.vittoriale.it/

http://www.solferinoesanmartino.it/it/