Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu sia d'accordo.

Casa-museo di Vincenzo Vela (1820-1891)

Gipsoteca monumentale

Collezioni dell’Ottocento

Mostre temporanee

Parco panoramico

Il Museo

Villa Vela, sede del Museo oggi gestito dall’Ufficio federale della cultura, venne donata nel 1892 alla Confederazione Svizzera, insieme alle collezioni in essa conservate, dal pittore Spartaco Vela (1854-1895), figlio del più noto Vincenzo, uno dei massimi scultori realisti dell’Ottocento.

La villa – già aperta al pubblico come museo privato dallo stesso scultore – venne designata ufficialmente “Museo Vela” nel 1898, divenendo il primo museo in Ticino.

Immersa in un ampio parco, agibile al pubblico, la dimora è considerata una delle più importanti case d’artista dell’Ottocento europeo, e la più significativa su suolo elvetico.

Gli ambienti sono stati interamente ristrutturati (1997-2001) dall’architetto Mario Botta e più recentemente si è proceduto a un riallestimento delle collezioni permanenti (2015).

Le collezioni

Accanto alla gipsoteca di Vincenzo, eccezionale per qualità e per monumentalità, che raccoglie i modelli originali in gesso di quasi tutte le opere dello scultore, il Museo custodisce altri importanti nuclei: numerosi bozzetti in terracotta e gesso, la pinacoteca e la biblioteca di famiglia, una ricca collezione di disegni e opere grafiche, e una sorprendente raccolta di fotografie d’epoca, nonché i lasciti del figlio pittore Spartaco – composto principalmente dei suoi quadri – e del fratello maggiore Lorenzo Vela (1812-1897), notevole scultore-animalista. Di quest’ultimo sono conservati modelli in gesso e sculture in marmo e terracotta, nonché la ricca e qualitativamente notevole raccolta personale di dipinti ottocenteschi di area lombarda e piemontese.

MVV Ottagono 627

 

© Museo Vincenzo Vela / foto Mauro Zeni.

 

L’allestimento

La presentazione delle collezioni intende proporre alcuni punti forti dell’allestimento originale ideato da Vincenzo Vela. Attorno al salone centrale, già sacralizzato ai tempi dello scultore, sono distribuite tutte le sue principali opere, riunite nelle sale per temi.

Dalla pinacoteca di famiglia sono stati selezionati i dipinti più notevoli per qualità e per rappresentatività del gusto dei collezionisti.

L’allestimento è rafforzato dalla presenza di altri materiali, in particolare disegni e schizzi preparatori, nonché stampe e fotografie d’epoca.

Al primo piano e nel parco vengono regolarmente allestite esposizioni temporanee. Accompagna le mostre un ricco programma di manifestazioni culturali.

© Museo Vincenzo Vela / foto Mauro Zeni.

MVELA quadreria

 

© Museo Vincenzo Vela / foto Mauro Zeni.

MVV Vittime 121

Go to top